Gli incentivi-Your Sub Title Here

Agevolazioni fiscali

Alla data odierna si segnalano in corso le seguenti agevolazioni fiscali, in considerazione dall’aspetto innovativo dell’impianto proposto e dell’impatto ambientale sulla gestione degli scarti dell’azienda, che possegga i requisiti di legge.

Credito d’imposta  

L’impianto proposto soddisfa le caratteristiche dei beni materiali  ricompresi nell’allegato A, legge 11 dicembre 2016, n. 232) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 40% del costo per la quota dell’investimento. Il credito d'imposta è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi nei limiti massimi del raggiungimento del costo sostenuto.

Commi da 185 a 197 della legge di bilancio 2020

Legge 27 dicembre 2017, n. 205, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.302 del 29 dicembre 2017, Supplemento Ordinario n. 62 (commi 29-36)

Legge 11 dicembre 2016, n. 232, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.297 del 21 dicembre 2016, Supplemento Ordinario n. 57 (commi 8-11)

Legge 28 dicembre 2015, n. 208, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.302 del 30 dicembre 2015, Supplemento Ordinario n. 70 (commi 91-94).

Detassazione per investimenti ambientali  

La quota di reddito delle piccole e medie imprese destinata a investimenti ambientali necessarie per prevenire, ridurre e riparare danni causati all'ambiente non concorre a formare il reddito imponibile ai fini delle imposte sui reddito (comma 13).

Legge 23 dicembre 2000, n. 388, articolo 6 – commi da 13 a 19 – sistema di detassazione per investimenti ambientali realizzati da piccole e medie imprese

Acquisto beni strumentali ('Nuova Sabatini')

Agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese volta a sostenere gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali, e consiste nella concessione da parte di banche e intermediari finanziari, aderenti all’Addendum alla convenzione tra il Ministero dello sviluppo economico, l’Associazione Bancaria Italiana e Cassa depositi e prestiti S.p.A., di finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese per sostenere gli investimenti previsti dalla misura, nonché di un contributo da parte del Ministero dello sviluppo economico rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti

L’investimento può essere interamente coperto dal finanziamento bancario (o leasing) e può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso.

Decreto interministeriale 25 gennaio 2016 - P.to 6.5 Circolare 15 febbraio 2017, n. 14036 e ss. mm. ii.

Decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34 (decreto Crescita), convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58.